Centraline oleodinamiche modulari

Hydronit AmericasMicroHy 
Fb Linkedin G+  YouTube  Vimeo

Asnaghi chiude l’IRC e al secondo posto di R3

Fino all’ultimo metro è stata lotta con Rovatti. La vittoria è stata in gioco fino alla fine. Si chiude qui l’IRC Cup Pirelli con una prestigiosa seconda posizione di R3C e di Trofeo Renault. Nella generale Asnaghi e Castelli concludono in 8° posizione assoluta.

Grandola ed Uniti (CO) - Marco Asnaghi e Maurizio Castelli hanno chiuso in seconda posizione il Trofeo Renault e la Classe R3C dell’appassionante sfida relativa al’IRC Cup Pirelli che in Valtellina ha vissuto l’ultimo atto stagionale durante il fine settimana lasciato alle spalle. Arrivati alla vigilia della gara praticamente a pari condizioni con Rovatti giacché il coefficiente 1,5 consentiva sia al pilota toscano capoclassifica che ad Asnaghi di poter vincere il Trofeo, “Marku&Dizio” sono partiti subito forte cercando di staccare i diretti avversari. Coadiuvati da una perfetta Renault Clio del team Pini Racing, i due comaschi della VS Corse hanno commesso un errore compiendo un testacoda nel corso della Ps8 Berbenno-Mossini che li ha attardati consentendo all’equipaggio avversario di scavalcarli.

E’ stata una stagione appassionante e dispiace di non aver potuto percorrere l’ultima prova; sarebbe stato bello qualunque fosse stato l’esito finale. Devo però riconoscere a Rovatti di aver vinto tre sfide su quattro e quindi è meritatamente lui il campione.

Ora mancano ancora tre mesi alla conclusione della stagione anche se l’obiettivo del duo lariano era l’appena archiviato IRC Cup. “Sono contento di questa annata: siamo arrivati secondi ma lottando fino alla fine per il titolo; la vettura è stata sempre competitiva ad altissimi livelli e soprattutto affidabile: il merito di questo va riconosciuto a Giuliano Pini che la segue ormai da anni con una cura paterna. Ringrazio gli sponsor che ci hanno supportato, il mio naviga “Dizio” che mi sta a fianco dal 1993 così come i miei famigliari e tutti i tifosi che anche e soprattutto in trasferta fanno sentire il loro calore.”

L’equipaggio Asnaghi-Castelli ha completato l’IRC Cup Pirelli con 72,5 punti (17-17-21-34,5) frutto di quattro gare ottimamente disputate tra Lirenas, Taro, Casentino e Valtellina. Secondi di classe con 156 punti, per quanto riguarda il monomarca Renault Clio R3 i due hanno ottenuto 105 punti totali.

Asnaghi e Castelli secondi di R3 e 12° assoluti al Rally del Taro

Con i colori del Pini Racing il duo lariano è nuovamente protagonista sulle strade dell’Irc Cup, dove conquista un’altra seconda posizione nonché la 12° assoluta su ben 117 partiti.

Grandola ed Uniti (Co)- Le strade del Rally del Taro hanno sviluppato il secondo atto dell’Irc Cup Pirelli nel quale l’equipaggio comasco formato da Marco Asnaghi e Maurizio Castelli si è reso nuovamente protagonista a bordo della consueta Renault Clio R3C curata dal Pini Racing.
Giunti a Bedonia con la ferma intenzione di puntare la vetta di classe, l’equipaggio della ValSenagra Corse ha mantenuto fede ai dettami della vigilia e l'avvio deciso ha da subito testimoniato la grinta aggressiva del duo.
“Nonostante sia già passato un anno dall’avvento delle nuove gomme, è stata la prima volta che ho avuto l’occasione di utilizzare le Pirelli RKW da pioggia e mi sono trovato subito a mio agio” ha detto Marco Asnaghi che ha poi continuato “purtroppo abbiamo perso competitività quando il fondo era asciutto ed ora analizzeremo il perché”.
Nella seconda giornata di gara infatti, Asnaghi ha tenuto ritmi notevoli avvicinandosi sempre al leader Rovatti senza però mai vincere una prova speciale: “la vettura era perfetta così come pure le gomme; forse devo avere una condotta differente o effettuare ancora delle regolazioni per poter dire la mia al 100% anche sull’asfalto asciutto” ha concluso il pilota-presidente della VS Corse.
Al termine delle dieci prove speciali, Asnaghi e Castelli hanno completato la gara in 12° piazza assoluta, risultato pregevole specie se rapportato alle potenti e numerose vetture che partivano davanti.
Ora l’Irc Cup Pirelli si prende una pausa prima di andare nell’appuntamento cruciale di metà stagione, il Rally del Casentino e prima dell’atto conclusivo di settembre, il Coppa Valtellina.
Dopo due gare la classe R3C vede al comando il toscano Rovatti con 42 punti seguito proprio da Asnaghi che con 34 punti è anche 8° nella graduatoria assoluta. Asnaghi e Castelli sono 2° anche nel Trofeo Renault R3C con 57 punti.

Hydronit vince ancora

Hydronit segnala con grande piacere la vittoria dell’equipaggio ASNAGHI/CASTELLI al Rally AC Como del 20-21-22 ottobre 2016, gara di Campionato Italiano WRC in cui l’equipaggio ha ottenuto la vittoria di classe R3C, vittoria nel TROFEO RENAULT e la 10^ posizione assoluta, gara in cui le vetture a 4 ruote motrici turbo erano presenti in grande numero.
Da segnalare anche la splendida prestazione della scuderia Vs Corse in generale, che grazie ai suoi equipaggi piazzatisi tutti in ottima posizione (RONCORONI/BRUSADELLI – DOTTI/ZUMELLA – ANDREOLI/PARAZZI – BERNASCONI/DONADINI –MONGA/MONGA) ha ottenuto una 2^ posizione assoluta nella speciale classifica per scuderie, classifica in cui sono presenti scuderie tra le più blasonate in Italia.

Rally del casentino: Asnaghi e Castelli vincono e tornano in lizza per il titolo

Il rally del Casentino regala una splendida vittoria a Marco Asnaghi e Maurizio Castelli nella classe R3C, permettendo all'equipaggio comasco di tornare in piena corsa per il titolo nel campionato Irc Cup.
Con quattro vittorie parziali, l'equipaggio della VS corse trionfa nella propria classe in uno dei rally più difficili, il prestigioso Casentino, giunto alla 37esima edizione. Alla conclusione del campionato manca ora solo una gara, Il Coppa Valtellina, altra gara storica, in programma a metà settembre, che sarà decisiva ai fini della graduatoria generale.
Al via con la consueta Renault Clio R3C del team Pini Racing di Meda, l'equipaggio di Grandola ed Uniti ha attaccato dal primo all'ultimo metro prevalendo in quattro prove speciali ed arrivando al traguardo con 14"7 di vantaggio sul diretto avversario alla corsa al titolo Rovatti.
"Sapevamo che volevamo tenere aperto il discorso della vittoria di classe nell'Irc Cup e del trofeo Renault dovevamo disputare una gara di primo livello" commenta Asnaghi che poi prosegue: "Le strade erano molto dissestate e la presenza di sassi lungo il percorso ci ha creato questo problema, in particolare al serbatoio, al quale però il team Pini Racing ha rimediato in poco tempo". Il testa a testa tra Asnaghi e Rovatti è stato davvero incredibile al punto che nel lunghissimo crono finale i due sono arrivati staccati di pochissimo.

L’IRC arriva al Taro: Asnaghi punta in alto!

Dopo l’ottimo risultato del Lirenas, Marco Asnaghi e “Dizio” Castelli si apprestano a disputare il 24° Rally del Taro che i due conoscono molto bene. A supportarli come sempre ci saranno il Pini Racing e la VS Corse.
Grandola ed Uniti (Co) - Tra pochi giorni partirà la ventiquattresima edizione del Rally del Taro, gara valevole come secondo appuntamento dell’Irc Cup Pirelli: Marco Asnaghi e Maurizio Castelli confermano la loro partecipazione sulla Renault Clio R3C del team Pini Racing anche, e soprattutto, dopo l’ottimo debutto sulle strade laziali del Lirenas. I portacolori della Val Senagra Corse si sono confermati al top nella categoria dedicata alle vetture 2000cc. aspirate ed ora vogliono provare a cogliere un successo come accadde, sulle stesse strade, due anni orsono.
“Il rally del Taro ci piace molto –dice Asnaghi- e contiamo di fare bene: negli ultimi anni lo abbiamo corso un po’ di volte e possiamo dire di conoscere abbastanza il tracciato anche se è vero che di anno in anno i percorsi vengono cambiati se non addirittura stravolti”.
Un anno fa un guasto pose fine anticipata alla gara dei due comaschi ma nell’edizione precedente l’equipaggio del Pini Racing trovò una vittoria brillante.
Ora, dopo il Lirenas, la classe R3 dell’Irc vede la seguente classifica: 1. Rovatti 55 pt; 2. Asnaghi 43 pt.; Tosi 37 pt.; 4. Daldini 31 pt.; 5. Dipalma 28 pt.
Il Rally del Taro conterà ben 134 chilometri di prove suddivisi in nove speciali: Montevacà, Bardi, Folta, Torniolo, sono gli stage che verranno percorsi tra le 14.20 di sabato 20 maggio e le 17.03 di domenica 21. Base logistica e sede di arrivo del rally sarà la città di Bedonia.

smart power unit

Presentata la SPU

Hydronit ha scelto Bauma per introdurre la sua ultima creazione: la Smart Power Unit. Risultato di una combinazione tra oleodinamica ed elettronica, la SPU è la prima generazione di centralina idraulica programmabile. Il suo nucleo è  HPS (controllore di processo idraulico): un modulo meccatronico con architettura di sicurezza, che integra sensori, elettronica e idraulica in un unico dispositivo, programmabile con Codesys.
Scarica qui il leaflet sulla SPU (è richiesta la registrazione), o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Asnaghi e Castelli vincono la classe R3 al Casentino e riaprono la sfida IRC

Con una gara strepitosa fatta di quattro vittorie parziali, l’equipaggio della VS Corse trionfa in classe R3C in uno dei rally più difficili, il Casentino. Alla conclusione dell’Irc Cup manca solo una gara, il Coppa Valtellina, che sarà decisiva ai fini della graduatoria generale.

Grandola ed Uniti (Co) - Quando una vittoria arriva dopo una corsa lunga ed estenuante, in cui caldo ed avversari indomiti non lasciano un attimo di tregua, il suo sapore è senz’altro più intenso. E’ proprio quello che pensa Marco Asnaghi che in coppia con Maurizio Castelli ha trionfato al Casentino dopo un bellissimo duello testa a testa con l’amico-rivale Rovatti. Al via con la consueta Renault Clio R3C del team Pini Racing di Meda, l’equipaggio di Grandola ed Uniti ha attaccato dal primo all’ultimo metro prevalendo in quattro prove speciali ed arrivando al traguardo con 14”7 di vantaggio. Un problema durante le prime battute di sabato mattina non ha inficiato il risultato di una gara corsa sempre a ritmi vertiginosi: “Sapevamo che se volevamo tenere aperto il discorso di vittoria di classe nell’Irc e del trofeo Renault dovevamo disputare una gara di primo livello; abbiamo perso del tempo prezioso a seguito della rottura della coppa dell’olio ed il serbatoio” ha commentato Asnaghi che ha poi proseguito: “le strade erano molto dissestate e la presenza di sassi lungo il percorso ci ha creato questo problema al quale però il team Pini Racing ha ovviato in modo repentino facendo un lavoro egregio e rimediando in poco tempo: dopo di allora la vettura si è mostrata impeccabile.” Il testa a testa tra Asnaghi e Rovatti è stato davvero incredibile al punto che nel lunghissimo crono finale i due sono arrivati staccati di soli 0”5. “Credo che il fascino delle corse stia anche in questi risultati che lasciano senza fiato: mezzo secondo in trentasei chilometri è frutto di una situazione davvero avvincente!” Con questo esito, a fronte di un punteggio da scartare e del coefficiente maggiorato del Coppa Valtellina, Asnaghi e Castelli hanno riaperto i giochi della serie Irc Cup Pirelli che a fine settembre vivrà il suo epilogo in provincia di Sondrio.

Asnaghi e Castelli brillano al Lirenas con Hydronit

Ottimo esordio nell’Irc Cup Pirelli per l’equipaggio della Val Senagra Corse, che sulle strade del Lazio sono tra i protagonisti assoluti del monomarca Renault e del 2 Ruote Motrici. Il 7° Rally Internazionale Lirenas ha dato inizio all’IRC CUP Pirelli, serie nella quale l’equipaggio comasco formato da Marco Asnaghi e Maurizio Castelli ha incentrato le proprie attenzioni.
In gara con una Renault Clio R3C del team Pini Racing di Meda, i due lariani della VS Corse sono stati protagonisti all’interno della loro classe e del 2 Ruote Motrici finendo anche per sfiorare la top ten, venuta meno per solo 1”1.
Fino alla fine “Marku&Dizio” sono stai in lizza per la vittoria di classe grazie ad una lotta serrata contro un altro "piedone" come Rovatti, alla fine giunto primo. In un rally farcito di piloti talentuosi e di vetture potenti, Asnaghi ha iniziato a segnare “temponi” fin dalle prime battute risultando vincitore di due prove speciali di categoria ed arrivando al via dell’ultima speciale a contendersi la vittoria.
“E’ stato un rally molto tosto, affascinante e davvero avvincente: siamo stati in lizza per il successo dalle prime battute a quelle finali; ovvio che si vorrebbe sempre vincere ma siamo felici di come si è sviluppata questa gara: secondi con 12” di ritardo in oltre 120 chilometri di gara... non male- commenta Asnaghi. Significa che il nostro ritmo è stato buono.”
Il driver comasco si sofferma poi sulla vettura: “utilizziamo la Clio da qualche stagione e siamo davvero soddisfatti di come Giuliano Pini e lo staff di tutto il suo team abbiano preparato in modo impeccabile la vettura. Ora, come nostra abitudine analizzeremo a tavolino questo rally per poterci approcciare nel migliore dei modi al prossimo Rally del Taro che si disputerà a maggio sugli asfalti dell’Emilia Romagna. Siamo col morale alto perché sappiamo di avere un ottimo pacchetto gara che ci può permettere di ambire ai massimi traguardi possibili.”

Bauma Monaco di Baviera

Non perdetevi la 31a edizione del Bauma Monaco di Baviera, una delle più grande fiera al mondo per macchine per l'edilizia, macchine movimento terra e macchine da miniera. Abbiamo una grande sorpresa per voi: la Next Big Thing progettato da Hydronit. Venite a visitare il nostro stand al Padiglione B3, stand 508 dall'11 aprile al 17 ° 2016.
Informazioni: www.bauma.de

  • 1
  • 2

Via Pastrengo, 62
20814 Varedo - Italy
Tel. +39.0232.0625.145
 Email: info@hydronit.com mail@pec.hydronit.com 
P.I. 04062040961


logo hydronit small bottom

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.